NUTRIZIONE SU MISURA PNEI

DIETE E CURE BASATE SU UNA VALUTAZIONE PNEI (PSICO-NEURO-ENDOCRINO-IMMUNOLOGIA)


Dott. Hamze Al Khansa

 Medico Chirurgo - Nutrizionista PNEI 

Medicina Integrata

Neuromodulazione Auricolare Agopunturale 

Terapia integrata antifumo


Ricevo a Monza - Milano - Saronno

Cell. 328.7370414



Dimagrire bene


Per poter mantenere i suoi effetti positivi nel tempo, una dieta deve far aumentare la massa magra, ridurre la massa grassa, normalizzare l'acqua e riequilibrare l'assetto PNEI della persona. Quest'ultima è una condizione indispensabile per resettare il corpo al nuovo peso. 

 

Solo in questo modo si evita l'effetto yo-yo delle diete, cioè, riacquistare peso in poco tempo, dopo averlo faticosamente perso.

 

Quindi, se perdi peso stai attendo a cosa perdi!! Altrimenti reingrassi con gli interessi!!  


Intestino e salute


L'intestino viene considerato il fulcro del benessere: salute, malattia e invecchiamento sono in stretta relazione con lo stato di salute intestinale. 

 

Un intestino in cattive condizioni digerisce, processa e assorbe male il cibo. Si creano così i presupposti, oltre che per disturbi gastrointestinali, psicointestinali e immunitari, per malattie metaboliche e endocrinologiche. La causa è spesso da collegare all'instaurarsi di una condizione di "malnutrizione nonostante sovrappeso o obesità". La persona chi ne soffre si trova poi costretta a ridurre ulteriormente la quantità di cibo creando in questo modo un circolo vizioso con conseguente ulteriore aumento del grasso corporeo e peggioramento dell'assetto PNEI. 


Cibo, intestino e immunità


Il sistema immunitario è dislocato in prevalenza nell’intestino ed il motivo è molto semplice: l’intestino è la superficie di contatto tra mondo esterno e mondo interno più vasta di tutto il corpo. Numerose Intolleranze alimentari, allergie e malattie autoimmuni hanno come causa o come concausa un malfunzionamento a livello del sistema immunitario intestinale. 

 

 La  somministrazione integrativa di Immnutrienti mirati e dotati d'azione immunomodulante ed antinfiammatoria aiuterebbe a migliorare il quadro clinico di molte malattie immunitarie.